Sentiamo spesso parlare di risparmio energetico, per lo più in riferimento agli incentivi, senza conoscere come sfruttarlo e con quali vantaggi. Approfondiamo insieme.

Per capire cosa intendiamo per “risparmio energetico” può essere d’aiuto precisare prima, cos’è lo spreco: uso eccessivo o ingiustificato di un bene, nel nostro caso dell’energia elettrica.

Il risparmio energetico racchiude quindi tutte quelle azioni volte a ridurre gli sprechi di energia nella produzione industriale, nei trasporti ma anche nelle attività quotidiane. In ognuna di queste situazioni, la strategia è quella di ottenere le stesse elevate prestazioni adoperando solo il quantitativo di energia necessario.

Perché è importante? Perché la progressiva diminuzione delle risorse naturali e il notevole aumento delle emissioni inquinanti dei gas serra, hanno imposto un deciso cambio di rotta e perché con le tecnologie di cui disponiamo oggi, sarebbe una follia pensare diversamente.

Nel settore industriale si concretizza con una gestione più oculata dei processi produttivi, nei trasporti con sistemi volti alla riduzione dei consumi per chilometro, nelle attività quotidiane si attua con altrettanto sofisticate tecnologie ma decisamente alla portata di tutti…un esempio? La tecnologia a LED

Nel residenziale sono ancora molti altri i sistemi per fare risparmio energetico ottenendo peraltro una maggiore efficienza energetica, dalla domotica per controllare la temperatura dei vari ambienti e regolarla in ogni momento anche a distanza, alla sostituzione del sistema di riscaldamento centrale con quello Solare Termico che conferisce indipendenza dai costi fissi dei soliti fornitori energivori e che si nutre di una risorsa inesauribile e sempre gratuita…il sole! In questo modo è possibile ad esempio, scaldare l’acqua della doccia gratis e senza inquinare l’ambiente. Pensate che grande opportunità di risparmio può rappresentare per una famiglia media di 4 persone, o ancor di più per strutture ricettive quali l’agriturismi, alberghi, centri sportivi ecc.

Per questo tipo di aziende, ma anche per molte altre, è possibile ottenere il massimo risparmio energetico combinando la tecnologia LED per efficientare l’illuminazione, il Fotovoltaico per produrre l’energia utile per l’autoconsumo e il Solare Termico per il riscaldamento e l’acqua calda sanitaria.

Tornando all’uso domestico, ci sono poi altri metodi come accennato nel nostro articolo 5 modi per risparmiare in bolletta, che riguardano il semplice buon senso, come non riscaldare gli spazi non abitati o staccare gli alimentatori di corrente quando non si usano, ma anche tipi di interventi utili ad eliminare le fughe di calore attraverso serramenti specifici.

Se questo articolo ti è stato utile, continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook e sul nostro blog!

Vuoi cogliere anche tu questa occasione?